fbpx

In Tecnopack abbiamo molto a cuore l’ambiente e l’ecologia. L’impegno aziendale è di limitare al massimo l’impatto ambientale del nostro vivere quotidiano ed è per questo motivo che dai nostri scarti di lavorazione del legno abbiamo deciso di ricavare pellet di puro abete. I motivi che spingono all’utilizzo di pellet per il riscaldamento sono sostanzialmente di tre tipi: economici, ecologici e di praticità.

Il pellet è costituito da scarti della lavorazione del legno e quindi classificabile come biomassa che, bruciando, produce basse emissioni di CO2 e NOX e i residui di combustione possono essere riutilizzati come fertilizzante. La mancanza inoltre di leganti, additivi, vernici e prodotti chimici rende il pellet meno tossico e inquinante di altri combustibili.

Risparmio energetico nell’utilizzo di stufa a pellet rispetto ad una stufa a legna tradizionale derivante dal differente potere calorifico. Infatti la legna normale presenta un potere calorifico di 4,5 Kw/Kg (con il 17 % di umidità), quello del pellets è di 5,2 Kw/kg. A questo aggiungiamo poi che il pellet è più conveniente anche dei normali combustibili di origine petrolifera in quanto il costo in euro per Kw del pellet è più basso di quello del metano e del gasolio.

Praticità logistica nello stoccaggio del pellet (utilizzo della metà dello spazio di stoccaggio necessario per la legna). Praticità nell’approvvigionamento e sicurezza del prodotto perché meno infiammabile. Queste caratteristiche rendono quindi il trasporto e lo stoccaggio meno pericoloso.

Pellet: che cos’è

I pellets sono dei cilindri di segatura compressa lunghi pochi centimetri. La segatura viene essiccata e poi pressata e legata insieme dalla lignina, una sostanza naturale, così da ottenere piccoli cilindri compatti. Un rifiuto che diventa una risorsa.

Le stufe a pellet sono oggi molto diffuse grazie ai consumi ridotti che la rendono economicamente più vantaggiosa rispetto ad altre soluzioni per il riscaldamento. Sono in grado di riscaldare non solo gli ambienti ma anche l’acqua per sanitari e termosifoni. Il pellet risulta quindi un metodo ecologico e potenzialmente sostenibile adatto ad ogni esigenza.

Caratteristiche e pregi del pellet

Sicuramente il pellet rappresenta la più valida alternativa ai tradizionali combustibili da riscaldamento poichè è:

  •  facilmente reperibile;
  • pratico da trasportare;
  • ecologico;
  • economico;
  • non sporca
  • non emana cattivi odori.

Il pellet viene confezionato in sacchi da 15 Kg, di minimo ingombro e che ne agevolano il trasporto, inoltre non sporca e non fa polvere quando viene manipolato. La qualità principale del pellet è data dalla sua elevata resa termica (superiore all’80%) e dal suo bassissimo residuo finale di ceneri (0,58%).

Diametro6/12 mm
Lunghezza15/50 mm
Densità1150/1400 kg/m3
Umidità8/12%
Potenza resa4,7/5,5 kWh/kg
Residui cenere0,3/0,6 %

Perché conviene riscaldare con il pellet

Ecco le principali caratteristiche del PELLET che lo rendono un prodotto veramente conveniente

– Perchè costa molto meno rispetto ai tradizionali combustibili fossili;
– Perchè è una risorsa rinnovabile che troviamo anche nel nostro giardino;
– Perchè rispetta il Protocollo di Kyoto in materia di emissioni di Co2;
– Perchè è comodo e facile da trasportare;
– Perchè è ottenuto dal riutilizzo di materiali di scarto;
– Perchè richiede pochissimo impegno per il suo utilizzo;
– Perchè ha un costo che non subisce drastiche variazioni come il petrolio;
– Perchè brucia ad elevate temperature limitando le quantità di ceneri;
– Perchè è un prodotto naturale e non contiene sostanze chimiche aggiunte;
– Perchè riduce la nostra dipendenza dal petrolio e dal gas;
– Perchè è una risorsa inesauribile e senza limitazioni geografiche;

Come si usa

Grazie a tutte queste sue caratteristiche, il Pellet garantisce un’ampia autonomia e può essere immagazzinato in grande quantità in appositi ambienti o in silos, interni o esterni, più o meno grandi in base alle proprie necessità. L’unica precauzione da prendere è quella di mantenere il pellet asciutto perchè teme l’umidità.

ll pellet è utilizzato con diversi sistemi di riscaldamento: si va dalle diffusissime stufe domestiche ai sistemi di riscaldamento centralizzato come termocaldaie e termocamini che oltre a scaldare gli ambienti provvedono alla produzione di acqua calda sanitaria.

Al di là delle differenze di utilizzo comunque, tutti questi sistemi hanno grosso modo lo stesso principio di funzionamento che è tutto automatizzato: il pellet dal suo serbatoio passa attraverso una coclea che porta fino alla camera di combustione, qui cade in un braciere dove avviene la combustione che genera il calore che servirà a scaldare l’aria e l’acqua.

La combustione è favorita da una ventola che introduce aria e che è regolata assieme alla velocità di scorrimento del pellet. Le ceneri prodotte cadono sotto il braciere in un apposito contenitore mentre i fumi seguono forzatamente il tubo di scarico predisposto. Il tutto avviene in un ambiente chiuso e separato dall’esterno.

Contattaci per scoprire di più sul nostro pellet e avere un preventivo gratuito e senza impegno